Mondolinx

Come sistemare a tempo di record i danni di una tempesta a Ferragosto

In caso di calamità, il Circuito è un porto sicuro su cui appoggiarsi per trovare partner conosciuti e affidabili in tempi rapidi. Lo può testimoniare con la sua esperienza diretta un’impresa iscritta al CircuitoLinx da circa tre anni, Boldarino Spa, grossa attività di commercio all’ingrosso di materiali edili e idraulici (26 milioni di euro di fatturato e più di 40 dipendenti in organico), con sede centrale a Brescia e quattro filiali a Milano (via Cilea), Bergamo (San Paolo d’Argon), Mantova (Curtatone) e Verona (viale del Commercio). Quando il 12 agosto scorso su Brescia si è abbattuta una terribile tempesta con grandinata e vento forte - il cosiddetto downburst, che ha provocato danni notevolissimi su tutto il territorio (tanto che il Comune di Brescia ha chiesto lo stato di emergenza per via della calamità naturale) - il quartiergenerale di Boldarino in via Abbiati ha subito pesanti conseguenze. Dal tetto scoperchiato ad un portone danneggiato. Serviva una risposta tempestiva ed efficace, per far ripartire immediatamente l’attività. Ma nella settimana di Ferragosto non è sempre così semplice trovare un partner disposto ad intervenire in tempi rapidi. Per fortuna, grazie al CircuitoLinx, Boldarino era entrata in contatto un paio di mesi prima con un altro iscritto bresciano, ABS Work di Gavardo, impresa specializzata nella realizzazione di coperture e lucernari, nella manutenzione di tetti e nella rimozione dell’amianto. «Ci eravamo conosciuti per una piccola pratica di smaltimento di eternit - racconta Marco Berti, direttore di Boldarino Spa - dobbiamo riconoscere la loro grande tempestività di intervento, pur essendo sotto Ferragosto, per i lavori di sistemazione del tetto scoperchiato, con il rifacimento dei lucernari e dei cupolini e di parti importanti della copertura. Dopo il primo intervento immediato, poi i lavori sono proseguiti con calma nei mesi successivi». Ma la presenza di «un riferimento certo, trovato all’interno del Circuito», come ammette Marco Berti, è stata per Boldarino essenziale. Sempre grazie a Linx sono stati recuperati altri partner, sempre sul territorio bresciano: l’impresa di pulizie Puntoservice per il servizio di pulizia straordinario dopo la tempesta, e l’impresa Borgofer di Castenedolo, specializzata in porte e portoni, che è intervenuta per il rifacimento del portone danneggiato dallo stesso evento del 12 agosto. E che poi è stata coinvolta anche per un altro lavoro, la sostituzione di un portone e di una porta d’ingresso automatica presso la filiale di San Paolo d’Argon. L’edilizia, come conferma questo episodio, è uno dei settori in cui il Circuito si dimostra più performante e utile per le imprese. Mettere a punto una rete stabile e sicura di clienti e fornitori rappresenta una certezza anche nei momenti di emergenza, e si basa sulla conoscenza che si costruisce con i rapporti di tutti i giorni. Un beneficio che si unisce a quelli della compensazione in Linx, che è un’altra leva fondamentale del Circuito. «Per noi i circuiti di scambio di beni e servizi non sono una novità, e ne conosciamo e apprezziamo i vantaggi competitivi - sottolinea Marco Berti di Boldarino Spa - del resto, un’azienda come la nostra, se pure tratta sul mercato B2B e con i propri prodotti si rivolge ad una clientela piuttosto limitata e di nicchia di attività, ha tante esigenze che può soddisfare per i propri acquisti».