Mondolinx

Una pinsa romana "made in CircuitoLinx": la propone Tellus

A prima vista può sembrare semplicemente la storia di un nuovo piatto, ma, se guardiamo un po' più a fondo, il senso di rinascita è lo stato d'animo che accompagna quotidianamente Mauro Cavallini, titolare del ristorante Tellus di Cantù (esponente di uno dei settori più colpiti dall'emergenza sanitaria) che prova a guardare al futuro con un briciolo in più di ottimismo: «Mi auguro - racconta Mauro - che il ritorno alla normalità non resti solo una sensazione ma che, al contrario, la ripresa sia effettiva, totale. Guardiamo con occhi diversi il periodo estivo, anche se la vera partita si giocherà a settembre. È da lì in poi che capiremo meglio quale futuro ci attende». Il presente, si diceva, non sembra poi così malaccio, viste le nuove disposizioni governative, ma un dubbio amletico preoccupa Mauro Cavallini: «Prevarrà la voglia di ricominciare ad uscire oppure terrà banco il timore che frequentare luoghi pubblici possa rappresentare un rischio? Le nostre porte sono aperte sia ad un pubblico giovane che alle famiglie e agli adulti. L'auspicio è che la bella stagione inviti le persone a non starsene chiuse in casa». La certezza, per Tellus, è quella di essere entrato a far parte di CircuitoLinx: «Una bella opportunità per conoscere aziende legate al mio settore delle quali non conoscevo l'esistenza». Ed arriviamo così al nuovo piatto proposto da Tellus: «Ho incontrato Azienda Agricola Concordia di Alessandro Possemato. È a Fino Mornasco, a due passi da me, ed ho scoperto che propone un vino Chardonnay IGT Terre Lariane, di fattura non indifferente. Alla Quintalina di Ludovica Mercandino ho invece trovato formaggi freschi davvero ottimi. Così, anche per sancire questa collaborazione "made in CircuitoLinx" abbiamo pensato alla "Chilometro Zero": è una pinsa romana che di base è una margherita arricchita con del caprino fresco a quenelle ed un pomodorino giallo dolce. Un piatto estivo, con colori che ricordano il sole e l'estate. La "Chilometro Zero" abbinata al Chardonnet è la proposta che facciamo ai nostri clienti. In attesa, quando saremo tornati davvero alla normalità - conclude Mauro Cavallini - di presentare il nostro nuovo ed innovativo menù».