Mondolinx

«Si entra per fiducia, si rimane grazie ai fatti»

E se fosse la fiducia nel prossimo a muovere davvero il mondo? Se fossero le scommesse,
intese non come azzardi che nulla hanno da sperare se non nella fortuna cieca, ma come tentativi di cambiare davvero, pur non facili né sicuri? La “filosofia” può essere persino fastidiosa per chi ogni giorno è abituato a produrre qualcosa di diverso da semplici parole,
come nel caso di Giorgio Uboldi. Lui, e così ogni imprenditore, segue solo la concretezza: se è la fiducia a muoverlo, saranno solo i fatti a tenerlo in moto. Sembra l’incipit di una storia. Ed effettivamente lo è: è il racconto dell’avvento di Grafica Novarese in CircuitoLinx. Lo ammette lo stesso titolare: «Sono stato uno tra i primi a iscrivermi a Linx, all’inizio del 2015 - afferma Uboldi - E la decisione che presi allora, non faccio fatica a dirlo nemmeno oggi, fu ispirata semplicemente dalla stima che avevo e ho nei confronti dell’amministratore delegato Gianluigi Viganò. Per il resto, come accade per tante novità, fu un po’ un salto nel buio». Viene spontanea una seconda domanda allora, la più chiarificatrice possibile: lo rifarebbe? «Certamente - è la risposta di Giorgio - perché in questi quattro anni il Circuito ha dimostrato di essere una grande opportunità per la mia vita imprenditoriale. Linx, soprattutto, ha saputo crescere e cambiare: ora la base è più ampia, ogni iscritto ha una grande possibilità di scelta e diverse strade per sfruttare al meglio la rete. Non solo: le aziende che oggi entrano in CircuitoLinx sono tutte referenziate, il livello è diventato molto alto e così la qualità ».  Giorgio Uboldi, vista la sua anzianità di “servizio”, potrebbe davvero tenere una “lezione” di Linx: come spendere, come acquistare, come e quanto il Circuito può essere utile a un imprenditore. Si parta dalla fine: «Recentemente - spiega il titolare di Grafica Novarese - abbiamo utilizzato i linx per il rifacimento completo del tetto di un nostro capannone: ci siamo affidati a Geneco Group (impresa di Carate Brianza che offre diversi servizi, dal fotovoltaico alla rimozione dell’amianto ndr), che ha effettuato la bonifica e il successivo riposizionamento». Quello citato è stato solo l’ultimo esempio di una lunga lista: «Sempre grazie a Geneco - continua Uboldi - abbiamo ricavato una nuova sala stampa per il reparto digitale, comprensiva di serramenti e impianto di climatizzazione. E ancora: ho usato il credito commerciale per ovviare a diverse spese aziendali, da quelle riguardanti la sicurezza a quelle relative all’approvvigionamento energetico, dall’antinfortunistica al rinnovamento del parco automezzi aziendale». Non solo spese, ovviamente: dal lato attivo, Grafica Novarese - con la sua esperienza nel campo della stampa (offset e digitale), delle produzioni pubblicitarie e della grafica, solo per citarne alcune - è diventata partner, tra gli altri, di Unet, Edimen (stampa il nostro Mondolinx), One4, Uyba.