Mondolinx

La filiera dell’edilizia è una impresa corale e di successo

Le relazioni interne alle filiere sono un'occasione per far incontrare le imprese associate, generando sinergie che non solo creano occasioni di lavoro per i singoli soggetti, ma che rafforzano anche la stessa filiera, rendendola più competitiva in una logica di rete. Un obiettivo chiave del CircuitoLinx, tanto più importante se ci riferiamo ad un settore come quello dell'edilizia, che dopo gli anni della crisi è ancora in cerca di stabilità. Se il circuito si muove compatto in sintonia, in una logica di filiera, ogni commessa può moltiplicare i benefici su più attori, e non solo su chi la acquisisce. Così quando BCR, impresa edile di Magenta (Milano) che fa parte della community Linx di Novara, ha ottenuto un'importante commessa nel mondo euro per la ristrutturazione di uno stabile industriale, si è rivolta alla filiera edile del Circuito per ottenere una leva finanziaria decisiva per poter ottimizzare l'intervento da realizzare. Di fatto, il cantiere acquisito da BCR si è trasformato in una sfida collettiva per la filiera dell'edilizia all'interno del CircuitoLinx. Dal comasco, la Tecnobeton di Lurate Caccivio, società di servizi integrati per l'ambiente e la gestione certificata dei rifiuti, ha fornito i container per lo smaltimento degli scarti edili, mentre la O.M.M.T. di Grandate, specializzata nelle macchine per il movimento terra, ha noleggiato escavatori e altre attrezzature da utilizzare nel cantiere. Dal monzese Gruppo Edile, magazzino per la rivendita di materiali per l'edilizia a Brugherio e Milano, ha fornito i materiali necessari, così come dal Piemonte Eurorent Italia, azienda di Tortona che si occupa di noleggio e vendita di macchinari e attrezzature per l'industria, l'edilizia e l'agricoltura, ha messo a disposizione, a noleggio, i macchinari edili da utilizzare nei lavori di ristrutturazione. Dal pavese la Lux&Relax Elettrica di Belgioioso, azienda che commercializza materiale elettrico e illuminazione in diversi punti vendita a Milano e in provincia di Pavia, si è occupata della fornitura del materiale elettrico. Tanti strumenti ben accordati per una vera “orchestra”, diretta da BCR, che ha sostenuto questa operazione, garantendo un importante polmone finanziario da un lavoro che il committente pagherà in euro e che genererà un grosso giro di compensazioni all'interno del CircuitoLinx. Ora BCR, dopo aver eseguito questa ristrutturazione, ha già iniziato a sua volta proporsi in vendita agli altri iscritti al circuito che hanno bisogno di effettuare lavori in ambito edile per le proprie attività. In quest'ottica l'azienda di Magenta ha già acquisito alcuni clienti: Geneco Group di Carate Brianza per lavori di smaltimento di eternit, HCD di Novara per il nuovo coworking e il salumificio Boggiani e Locatelli di Trecate per un intervento su una parte di tetto. Ecco che una commessa ottenuta nel mondo euro ha potuto fungere da volano per alimentare significativamente le transazioni in Linx, con benefici per tutti. Perché BCR, invece di anticipare le spese ai fornitori appoggiandosi alla leva finanziaria del sistema bancario, che non è mai a costo zero, ha potuto completare un lavoro importante grazie alle sinergie instaurate all'interno della filiera edilizia del CircuitoLinx. Un'armonia che non stecca. Un'opportunità che si apre per un'impresa iscritta non è un successo professionale individuale o una mera vittoria da solista, ma è sempre un trionfo corale, in cui i vantaggi si propagano lungo la filiera, e per tutta la rete più in generale.