Mondolinx

Primo comandamento: imparare a spendere

Immaginate di possedere una fuoriserie, una vettura rampante capace di raggiungere velocità consistenti, garantendovi di provare una buona dose di adrenalina a ogni viaggio. Bene, ora immaginatevi di poter utilizzare questa fuoriserie solo su strade dove il limite di velocità stabilito dalla legge è di 30 km/h: uno spreco, vero? Chiariamo la metafora, prima nel generale, poi nel particolare. Avere una possibilità e non sfruttarla a dovere, equivale a non averla del tutto: questo accade anche all’interno di circuitoLinx. Appartenere a un circuito che basa il suo funzionamento sugli scambi commerciali e sui crediti - intesi non come uno statico, inutile e poco azionabile vantaggio, ma come una chiave per aprire le porte di un concreto risparmio e di un tangibile ritorno - e non “saper” spendere significa trovarsi esattamente nella posizione del proprietario della fuoriserie perennemente costretto a velocità da due cavalli. Nessuno nasce “imparato”, diceva qualcuno. E lo stesso vale per il nostro Circuito, nel quale l’ausilio dei broker di community serve proprio ad accompagnare ogni iscritto in un’analisi delle spese che possono essere soddisfatte in Linx (con conseguente risparmio) e in un mondo dalle infinite possibilità. È ciò che è successo - tra i tanti esempi possibili - al notaio Giulia Benedetti di Bollate (MI), che ha sposato il circuito trovando subito parecchie opportunità di prestazioni attive: atti per vendite di
immobili, atti di cessione di quote e atti di costituzione di aziende familiari, con il coinvolgimento di un buon numero di aziende iscritte diventate sue clienti. Come fare - però - a spendere il credito accumulato, in modo da mettere davvero a profitto l’appartenenza a un sì ramificato sistema? Più difficile a dirsi che a farsi: grazie alla consulenza del broker di zona Roberto Gaiba, il notaio milanese ha individuato l’alveo delle spese più importanti da sostenere, decidendo di iniziare dal rifacimento del suo ufficio e rivolgendosi a Delta Arredamenti, iscritto di Triuggio, per le prime esigenze.